CHIESA CRISTIANA

ASSOCIAZIONE RELIGIOSA

<satuto rived. reg. 27/12/01 n. 1577/491>  <NCF - 92017720803  emesso 27.5.1996 - nat.giur. 12 -> (ncc/p 12781894 – CCGCS – RC)

Sede : via  Scacchieri n.5 - loc. Gallico - Reggio Calabria - cap 89135

TEL. +39 0965 373001 - 372526 – FAX +39 0965 1870177– sito web www,peace,it– e-mail: paceitrc@tin.it

Celebrazione Ecumenica presso la

 “Chiesa Cristiana”

Via Scacchiera n. 5 loc. Gallico - 89135 Reggio Cal.

 Organizzata dal: 

Consiglio

delle Chiese Cristiane

di Reggio Calabria

 

Chiesa Cattolica

Chiesa Cristiana “Avventista del 7° giorno “

Chiesa Cristiana “Evangelica Battista”

“Chiesa Cristiana“ di Gallico

Chiesa Evangelica della Riconciliazione “Comunità Risveglio”

Chiesa Cristiana “Evangelica Valdese “

Chiesa Ortodossa

 

Sabato 24 Gennaio 2004 ore 19


 

v    Canto di ingresso

 

NEL MIO BEL MONDO

Il mondo intero, non  può mai comprare, la vita o la morte.

Nessun potere può mai conquistare i beni di Dio.

Ma nel suo figlio, la chiesa ha trovato quei beni e la vita

si che tesori e le glorie del mondo, son nulla per me

RIT.   Nel mio bel mondo

           Non c’è tramonto

           La terra è pace

           L’aria è virtù

           E il vento è quieto

           Dentro le foglie

           Suona certezza

           Gloria a Gesù

Il fiume scende, solenne e leggero, nel letto disteso

e lieve ondeggia, tra perle di luce, nei prati sereni.

Nel cielo terso di puro zaffiro, ogni albero bagna,

le membra sana, ristora le genti, la vita mi da. -  (RIT.)

 

Sorridi e canta al sole che splende al placido mar

La morte è vinta l’alba è già sorta respiri l’amor

La gioia grande del Regno che viene sublime ed eterno

Ti onora il Padre il grande suo figlio è Cristo Gesù.

 

v    Intronizzazione della Parola

 

v    Presentazione

 

Past. Gilberto Perri

(Pastore della Chiesa Cristiana di Gallico)

 

v    Preghiera di apertura

 

Massimo Ripepi

(Presidente di turno del Consiglio delle Chiese di Reggio Cal.)

 

v    Credo di Nicea

 

Noi crediamo in un solo Dio, Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Noi crediamo in un solo Signore, Gesù Cristo, Unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli. Dio da Dio, luce da luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato della stessa sostanza del padre; per mezzo di Lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo. E per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre e di nuovo verrà per giudicare i vivi e i morti, e il suo Regno non avrà fine. Crediamo nello Spirito Santo, che è Signore e da la vita, e procede dal Padre. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Crediamo la Chiesa una, Santa, Universale e Apostolica. Professiamo un solo battesimo per il perdono dei peccati, aspettiamo la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^


 

 

v    Prima lettura:

 

Profeta Abacuc - cap. 2, vers. 1-4

(Legge l’ Anziano Amadeo Demetrio)

 

1 .Io starò al mio posto di guardia, mi metterò sopra una torre, e starò attento a quello che il Signore mi dirà e a quello che dovrò rispondere circa la rimostranza che ho fatta.

2. Il Signore mi rispose e disse: “scrivi la visione incidila su tavole, perché si possa leggere con facilità;

3. Perché è una visione per un tempo già fissato; essa si affretta verso il suo termine e non mentirà; se tarda, aspettala; poiché certamente verrà; e non tarderà.

4. Egli è pieno di orgoglio non agisce rettamente; ma il giusto per la sua fede.

 

 

Predicazione:

 

Mons. Vittorio Mondello

“Arcivescovo Metropolita della Arcidiocesi Reggio Cal.-Bova”

 

 

 

UN NOME NUOVO

 

Ero un peccatore ma andai

A cercare mercè al mio Signor

Egli m’ha  salvato ed il Suo amor

E’ la mia vittoria ognor

 

Coro : cè un nome nuovo ora scritto in gloria

E’ il mio. Si è il mio! Tutti gli angeli in ciel

Cantan la storia della mia redenzion.

c’è un nome nuovo ora scritto in gloria

E’ il mio. Si è il mio! Gesù ha cancellato

Tutto il mio peccato. Ed or mi aspetta in Ciel

 

Senza alcuna speme di perdon

M’ accostai al divin Salvator

Il mio nome vidi scritto allor

Su, nel cielo. Qual gioia al cuor!

 

Salvato per grazia è scritto or

Nel libro della vita di lassù

Or sono redento, oh, quale onor! Appartengo a Gesù

 

 


 

 

v    Seconda lettura:

 

Lettera ai Romani cap 8, vers. 18-27

(Legge Giuseppe Canale)

 

18 Perché io stimo che le sofferenze del tempo presente non siano punto da paragonare con la gloria che ha da essere manifestata a nostro riguardo.

19 Poiché la creazione con brama intensa aspetta la manifestazione de' figliuoli di Dio;

20 perché la creazione è stata sottoposta alla vanità, non di sua propria volontà, ma a cagion di colui che ve l'ha sottoposta,

21 non senza speranza però che la creazione stessa sarà anch'ella liberata dalla servitù della corruzione, per entrare nella libertà della gloria dei figliuoli di Dio.

22 Poiché sappiamo che fino ad ora tutta la creazione geme insieme ed è in travaglio;

23 non solo essa, ma anche noi, che abbiamo le primizie dello Spirito, anche noi stessi gemiamo in noi medesimi, aspettando l'adozione, la redenzione del nostro corpo.

24 Poiché noi siamo stati salvati in isperanza. Or la speranza di quel che si vede, non è speranza; difatti, quello che uno vede, perché lo spererebbe egli ancora?

25 Ma se speriamo quel che non vediamo, noi l'aspettiamo con pazienza.

26 Parimente ancora, lo Spirito sovviene alla nostra debolezza; perché noi non sappiamo pregare come si conviene; ma lo Spirito intercede egli stesso per noi con sospiri ineffabili;

27 e Colui che investiga i cuori conosce qual sia il sentimento dello Spirito, perché esso intercede per i santi secondo Iddio.

 

Predicazione:

 

Padre Daniele Castrizio

Parroco Comunità Ortodossa Sant’Elia di Reggio Calabria

 

 
AMARE TE

 

La Ragione della vita è amare Te

Adorarti e servirti e lodarti o Dio

Una cosa ho chiesto a Te Signor

E quella cerchero’

Che io dimori nella casa Tua per sempre

 

Certo beni mi darai benignità

Qui davanti a me la mensa Tua preparerai

 E con l’olio Tuo mi ungerai ed io traboccherò

E per lunghi giorni nella casa tua vivrò

 

Amare Te servire Te Signore

Alzare le mani e lodare il nome Tuo

Questo è il tutto della vita mia

Altro bene io non troverò

Che amare Te servire Te  ( X 2).

 


 

 

 

 

Terza lettura:

 

Evangelo di Giovanni cap. 14, vers. 23-31

(Legge Don Nino Pangallo)

 

23 Gesù rispose e gli disse: Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l'amerà, e noi verremo a lui e faremo dimora presso di lui.

24 Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la parola che voi udite non è mia, ma è del Padre che mi ha mandato.

25 Queste cose v'ho detto, stando ancora con voi;

26 ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa e vi rammenterà tutto quello che v'ho detto.

27 Io vi lascio pace; vi do la mia pace. Io non vi do come il mondo . Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti.

28 Avete udito che v'ho detto: `Io me ne vo, e torno a voi'; se voi m'amaste, vi rallegrereste ch'io vo al Padre, perché il Padre è maggiore di me.

29 E ora ve l'ho detto prima che avvenga, affinché, quando sarà avvenuto, crediate.

30 Io non parlerò più molto con voi, perché viene il principe di questo mondo. Ed esso non ha nulla in me;

31 ma così avviene, affinché il mondo conosca che amo il Padre, e opero come il Padre m'ha ordinato. Levatevi, andiamo via di qui.

 

Predicazione:

 

Past. Gilberto Perri

(Pastore “Chiesa Cristiana” di Gallico)

  

ACQUA SIAMO NOI

Acqua siamo noi  dall’antica sorgente

Veniamo, fiumi siamo noi se i ruscelli si

Mettono insieme, mari siamo noi se i torrenti si

Danno la mano, vita nuova c’è

Se Gesù  è in mezzo a noi.

 

Rit. :  E allora diamoci la mano e tutti

          Insieme camminiamo ed un oceano

          Di pace nascerà.

          E l’egoismo cancelliamo, un cuore

          Limpido sentiamo è Dio che bagna del

          Suo amor l’umanità

 

Su nel ciel c’è Dio Padre che vive per l’uomo

Crea tutti noi e ci ama di amore infinito,

figli siamo noi e fratelli di Cristo Signore, vita

nuova c’è quando lui è in mezzo a noi. RIT.

 

Nuova umanità oggi nasce da chi crede in Lui,

nuovi siamo noi se l’amore è la legge di vita,

figli siamo noi se non siamo divisi da niente,

vita eterna c’è quando Lui è dentro noi. RIT.

 


 

 

 

 

 

v    Preghiera spontanea

 

 

 

v    Colletta

 

 

 

TI RINGRAZIO

 

Ti ringrazio mio Signore non ho più paura, perché,

con la mia mano nella mano degli amici miei,

cammino tra la gente della mia citta’ e non mi sento più solo,

non sento la stanchezza e guardo diritto avanti a me,

perché sulla mia strada ci sei Tu.

 

Amatevi l’un l’altro come Lui ha amato noi:

e siate per sempre suoi amici;

e quello che farete al più piccolo tra voi,

credete, l’avete fatto a Lui.

Se amate veramente perdonatevi fra voi,

nel cuore di ognuno ci sia pace,

il Padre ch’è nei cieli vede tutti i figli suoi,

con gioia a voi perdonerà.

 

Sarete suoi amici se vi amate fra di voi,

e questo è tutto il suo vangelo,

l’amore non ha prezzo, non misura ciò che dà,

l’amore confini non ne ha. 

 

 

v    Padre nostro:

 

Padre nostro

che sei nei cieli

sia santificato il tuo nome

venga il tuo Regno

sia fatta la tua volontà

come in cielo così in terra

dacci oggi il nostro pane quotidiano

rimetti a noi i nostri debiti

come noi li rimettiamo ai nostri debitori

non ci esporre alla tentazione

ma liberaci dal maligno

poiché tuo è il Regno

tua è la Potenza

tua è la gloria

nei secoli dei secoli

Amen

 

  

 

v    Preghiera di chiusura

  

Scambiatevi un segno di pace

  

SHALOM

Shalom Adonai Shalom , Shalom Adonai Shalom,

Shalom Adonai, Shalom Adonai, Shalom Adonai, Shalom

La pace del Signor, la pace

La pace del Signor, la pace

La pace del Signor, la pace del Signor

La pace del Signor, la pace ( per 2 volte)